venerdì 21 settembre 2018

idea riciclosa in cucina: torta di prugne

Spesso a casa nostra c'è la buona abitudine di ricevere in dono frutta o verdura di stagione da amici, nonni, da chi ha l'orto, da altri contadini "colleghi" di mio Marito ecc... per cui abbiamo la fortuna di assaggiare prodotti della terra che hanno davvero un gusto con una marcia in più, altro che bio... sono Bio-Buoni!
Così, proprio nell'unico giorno di pioggia, è arrivato un bel cestino di prugne e, approfittando del fresco, ho voluto provare una torta dal sapore autunnale ed accendere con grande piacere il forno. Ecco cosa occorre:



In pratica si tratta di una torta margherita con l'aggiunta di cannella e prugne... nulla di più!
Quante prugne? Dipende dalla dimensione, ci sono quelle piccole, quelle grandi... io, come sempre, vado ad occhio... in questa ricetta ho messo 5 prugne medio/grandi, ma ognuno può regolarsi a piacere!


La ricetta è davvero semplice e veloce e consente di utilizzare la frutta senza sprechi, soprattutto quando se ne riceve tanta!!!



Inutile dire che non sia durata nemmeno 24 ore... tra merenda, dopo-cena e colazione il giorno successivo non ne è rimasta nemmeno una briciola!!!



mercoledì 19 settembre 2018

L'angoscia delle Mamme

L'Urlo di E. Munch - foto da web

Molte delle Mamme in questo periodo di settembre/ottobre iniziano i vari inserimenti al nido/materna oppure affrontano con i propri figli il grande passo della scuola. 
Quando sentivo i racconti nel momento in cui io non ero ancora Mamma pensavo: "Ohhh ma come sono apprensive 'ste Mamme... ma vivi e lascia vivere...".
Poi sono diventata Mamma anche io e una serie di dubbi, domande e angoscie sono venute anche a me. Non tanto su quello che potevo fare o non fare io come Mamma (ci sono anche preoccupazioni su quello, ma piano-piano, sto imparando a gestirle e a conviverci)... ma, soprattutto, quando tuo figlio/a è affidato a terzi (siano essi nonni, insegnanti, educatori, baby sitter ecc...).
Perché quando sono ancora piccoli non hanno la capacità di rispondere alla tutte le tue domande in maniera esauriente, non ti raccontano tutto per filo e per segno: "Come è andata?"... il mio piccolo risponde "SI".
Sì cosa? Bene? Cosa hai fatto? Hai giocato fuori? Hai mangiato? Cosa e tutto?
E quando diventano più grandi alla seconda domanda "Cosa hai fatto oggi?" rispondono "Niente" o "Non mi ricordo"... ma chi è andato a scuola tu o la tua controfigura?
Per prima cosa, la persona a cui affidi tuo figlio/a, dovrebbe essere in grado di darti modo di stare tranquilla, di RASSICURARTI.
Altrimenti nella Mamma nascono una serie di paturnie infinite e... una Mamma agitata (o angosciata) trasferisce la stessa preoccupazioni al figlio/a.
Che poi non si capisce perché ma sono sempre le Mamme a dover fare sto' maledetto inserimento, sono sempre loro che si smazzano il sentimento/pentimento di dover lasciare, per necessità, il proprio figlio ad altri, a tagliare il cordone una seconda, una terza volta... che poi, per carità, è giusto staccarsi, fa parte della vita... ma voi avete mai visto un Papà? Diciamola tutta... Forse siamo anche noi donne che vogliamo avere il controllo della cosa, non ci fidiamo nemmeno di loro, dei Papà :D
Eppure siamo sempre noi che dobbiamo spesso gestire casa e lavoro, organizzare tempi e modi di attività scuola ed extrascuola, coloro che hanno il potere decisionale sulla gestione del menage familiare, chi si ricorda di firmare il quaderno, chi prepara il giubbotto e la sciarpa quando comincia ad arrivare il freddo, chi indica loro come si attraversa una strada, chi va a parlare con le Maestre, chi lo porta a fare il vaccino, chi, orgogliosa com'è, non chiede aiuto mai a nessuno.

Io non sono di certo qui a insegnarvi come fare o come non fare... sono la prima a piangere in auto, ad avere gli occhi lucidi, lo ammetto senza problemi. Ma vorrei dare un po' di coraggio alle Mamme che affrontano questo passaggio e dire loro che non sono sole, che non solo le sole a provare questi sentimenti, che non stanno facendo o hanno fatto nulla di sbagliato se loro figlio piange ad ogni ingresso.
Succede. E' una fase. Prima o poi passa. Non lo so... so solo che dobbiamo essere forti. Più forti di quelle emozioni che ci scombinano l'umore, che non ci fanno rimanere concentrate quando lavoriamo perché il nostro pensiero è quel fotogramma con nostro figlio che piange... (che poi passa... e magari cinque minuti dopo non se lo ricordano nemmeno più il perché piangevano, ridono e stanno sereni e noi, a casa o a lavoro, invece, ci crogioliamo...).
Quindi, Mamme, aprite bene le orecchie, non è l'acqua di Lourdes, ma vi potrebbe essere utile (e intanto me li ripasso anche io):

- pensare positivo: guarda il lato positivo delle cose, sempre. Hai un figlio/a sano, che sta bene di salute. A volte penso che, per rendersi davvero conto di quanto è importante il senso della vita, bisognerebbe fare un bel giretto nei reparti d'ospedale... allora lì riesci a focalizzare che essere sano, vivo è una delle cose più belle del mondo.
Di fronte a quello, tutto il resto si ridimensiona.

- essere serena tu (mamma) per prima.
Una mamma serena = figlio sereno. Questa è un equazione infallibile.
Perché, anche se sono piccoli, capiscono e percepiscono TUTTO.

- seguire il proprio istinto. Fregatene di aver paura di essere una mamma rompiballe e apprensiva: se le Maestre non ti dicono abbastanza di quello che vorresti sapere, chiedi tu. In fondo, son lì anche per quello... parla con loro, solo così imparerai a conoscerle, anche come persone, ad entrare in empatia, a comunicare con loro e ti farei un'idea del posto, del clima che c'è e se è adatto o meno a tuo figlio. Questo in realtà è un doppio punto, comunicare è importantissimo: se hai un dubbio, chiedi.

- non prendere per oro colato ciò che dicono le altre mamme, nel limite del possibile.
(vedi la voce sopra: segui il tuo istinto)
Per carità... ascoltale, se vuoi, ma non ti far condizionare dai giudizi altrui. Le donne, soprattutto tra donne, sanno essere spietate e stronze al cubo... ognuno ha le sue opinioni, quello che piace a te potrebbe non piacere ad un altra mamma e viceversa... per cui, prendi con le pinze tutto ciò che ti viene detto e valuta con il tuo metro e i tuoi occhi, non con le parole degli altri.
Ciò non vuol dire non confrontarsi... anzi, spesso, è proprio nel momento in cui due Mamme si confidano un dubbio che, insieme, non si sentono più sole e riescono a "sgarbugliarlo".

- ognuno ha i suoi tempi. Io francamente non credo alle leggende metropolitane dei bimbi che non hanno mai fatto una piega in uno dei tanti momenti di distacco. Esisteranno anche... ma non sono umani! Poi Ognuno è fatto in modo diverso. Abbiamo noi adulti "le giornate no" come pure i bambini... Ma se noi comunichiamo (Mamma&Bimbo e Mamma&Insegnante e Insegnante&Bimbo) ce la possiamo fare!


Ah, ultima cosa... A volte è più difficile per il genitore fare l'inserimento come genitore, piuttosto che per il bimbo... per cui, non spaventatevi... è tutto normale!




lunedì 17 settembre 2018

...ce la posso fare...

foto da web

Ri-bentornati... perdonate la latitanza ma è stata una settimana intensa.
Tatino grande ha ripreso la scuola, con alti e bassi, ma è andata.
Tatino piccolo ha proseguito la sua seconda settimana di nido, con raffreddore e tosse, ma è andata.
E io? Io che avevo la casa da sistemare, le cose delle vacanze da ritirare, il lavoro, e vai, e vieni... mi sono presa un raffreddore che mi ha distrutto tanto da mettermi anche un giorno a KO, con tanto di febbre.
Per fortuna, dopo una bella dormita, sono rinata e ora sto decisamente meglio.
Ma ho dovuto recuperare tutto ciò che non ero riuscita a fare, ovviamente alla massima velocità, giusto per tenermi sempre in forma.

E quindi... a malincuore, la prima cosa che ho dovuto "segare via" dalla lista delle cose da fare per la sopravvivenza, è stata pubblicare qui sul blog.
Tra l'altro, in occasione del compleblog avrei voluto festeggiare in grande ma, come la solito, non sono riuscita a spiegarmi molto bene, ho forse creato confusione... non lo so... so solo che tra alcune mie preoccupazioni e la poca partecipazione al mio piccolo evento, mi sono sentita un po' avvilita... giù.
Mi aspettavo un bello slancio di persone interessate alla grafica e, soprattutto, al fatto che potesse essere davvero versatile e personalizzata (anche non strettamente per una nascita). Ma, evidentemente, io ho una fervida immaginazione e riesco a crearmi un'anteprima in testa, per gli altri non è la stessa cosa, per cui ammetto di aver toppato.
E dagli sbagli ci si rialza, ci si ri-inventa... oppure sono cocciuta io, mettetela un po' come volete.
Ma le tre anime pie che hanno partecipato?
Beh, sapete una cosa??? Le premio tutte e tre!!!!
Come potrei estrarre una sola tra Betta, Giulia e Marta... ???
I numeri a loro abbinati rimangono comunque utili per assegnare loro un ordine
- 1° Betta
- 2° Giulia
- 3° Marta

Pronte?

Iniziamo con Betta, quando desideri puoi contattami via mail (l'indirizzo è nella pagina dei contatti) con la tua idea di testo, colori, personalizzazione e... ci lavoreremo insieme! Una volta approvata, se me lo consenti, la pubblicherò qui sul blog e, successivamente, contatterò di seguito la 2° e la 3° vincitrice del premio.

Tutto chiaro?


A presto con tante novità!!!!!!
Sì, perché anche se non ho scritto, ho sempre pensato al mio blogghettino e, alla fine, ce la posso fare!




lunedì 3 settembre 2018

Bentornati e buon 5° Compleblog e tante sorprese!

Siamo tutti più o meno rientrati dalle ferie/vacanze, pause varie... io ben ricaricata, devo ammetterlo, ma questo ve lo racconto più avanti in un altro post...
Innanzitutto RINGRAZIO di cuore TUTTI i partecipanti del mio gioco estivo #top5summer, è stato bello leggervi, ascoltare la vostra musica preferita e così conoscervi un pizzico in più, ma, oggi...

SI FESTEGGIA!!!
Che cosa???


Ebbene sì, il 3 settembre 2013 è iniziato questo splendido viaggio, una vera avventura che spero possa continuare a lungo e portarmi a conoscere e condividere pensieri con tante belle persone, non solo virtuali.

Anche quest'anno ho deciso di festeggiare facendovi un regalo, anzi, due!
Il primo è per tutti: è un mini-poster scaricabile gratuitamente, per dirvi GRAZIE, come prima cosa, e per ricordarvi che in tutti questi anni ci ho sempre messo la faccia, le mani e soprattutto il cuore e lo farò sempre! Sono sicura che, se anche voi possedete un blog, ci mettete lo stesso slancio e la stessa passione per cui potete usarlo per fare un quadretto in casa vostra, appenderlo vicino alla vostra scrivania oppure metterlo come sfondo del vostro cellulare... :)

poster A4

immagine sfondo per smartphone

Molte sono le Mamme che mi seguono e che condividono con me questa folle avventura... di mamma e di blogger... e allora ho deciso di regalare a una di Voi una grafica personalizzata, un poster dedicato alla vita... a quella dei nostri bimbi!!!
Si tratta di un poster "Nascita" dove vengono riportati i dati salienti del/dei nascituri (vale anche per i gemelli). Un po' per ricordare anche la nascita del Blog, delle condivisione tra follower e delle amicizie che nascono grazie a questo.

E' possibile personalizzarlo anche per anniversari di matrimonio, di fidanzamento, o per l'inaugurazione/anniversario di un'attività, con frasi e auguri mirati, oppure ancora mettere i dati dei vostri amici animali che vi tengono compagnia... insomma "nasce" per le "nascite" ma lo si può trasformare in 1000 modi per tutti i gusti!


Una volta aggiudicato potrete deciderne le sfumature di colore, il soggetto "pupazzetto"e ovviamente il testo, mentre i caratteri saranno il linea di massima questi dell'esempio (sarà mia discrezione mantenere o meno gli stessi anche in base al testo da inserire).

Come si partecipa?
Se non sei mia follower, corri subito a cliccare nella colonna qui a fianco!!!
Poi lascia qui sotto un commento, specificando "partecipo"!
Ad ogni commento assegnerò un numero progressivo: avete tempo fino a venerdì 7 settembre alle ore 12,00. (Tutti i commenti arrivati dopo il termine o senza la dicitura "partecipo" non verranno inclusi dell'estrazione finale).
Dopodiché estrarrò a sorte un/una fortunata a cui comunicherò la vincita tramite un post.

Una volta aggiudicato il premio, mi contatterai al mio indirizzo mail e mi indicherai i dati, lo stile, i colori che preferisci e che vorresti rappresentato nella grafica. Ti sottoporrò una bozza da controllare e, una volta approvata, ti invierò un PDF e un JPG ad alta risoluzione per la stampa che rimarrà a te per sempre!!!
Il tutto in tempi ragionevoli (non biblici) ma considerato che ho 2 bimbi piccoli, un marito, una casa e un lavoro... altre che un blog! :)

Una volta terminato il lavoro, dedicherò un post alla grafica realizzata e gradirei sai fatto altrettanto a "casa-blog" tua... potrei consigliarmi ad altri lettori (oppure no, se non ti vado proprio a genio...).
Sarai il mio biglietto da visita!!!



... allora, pronti a partecipare???




giovedì 23 agosto 2018

rientro a scuola

Mancano pochi giorni al suono della campanella...
Le mamme dicono YEEEEEE :)
I bambini dicono NUOOOOO :(

Ma sta di fatto che bisogna ricominciare, volenti o nolenti!
Come partire con il piede giusto?
Ecco tre semplici consigli:

1) Quest'anno Tatino frequenterà la seconda elementare, per cui, rodati dal primo giro, ho già preparato in anticipo i materiali di cancelleria che vanno via come il pane: pastelli e pennarelli, biro e matite, gomme e almeno un temperino di scorta, blocchi e quaderni con relative copertine colorate ma sopratutto... fiumi di colla stick!
Perché, non so per quale arcano motivo, è dalle 20,00 in poi che mi vengono comunicate cose tipo:
"Ah, mamma, ho finito la penna blu!", oppure si scoprono oggetti mancanti/finiti/persi nei meandri della scuola, richieste particolari delle Maestre.
Quindi, una BELLA SCORTA, evita, la mattina successiva, il dover muoversi di casa mezz'ora prima per passare dal cartolaio di fiducia.

2) Un nuovo set di ETICHETTE per la scuola STICKERKID per l'anno che comincia è un buon punto di partenza!

Insieme al/ai proprio/i figlio/i si può scegliere le etichette per il materiale scolastico a partire dal colore di sfondo, carattere e disegno abbinato, per coordinare libri, quaderni, cancelleria ecc. secondo il proprio gusto!
Ne ho parlato anche qui, se ve lo siete perso...
Noi, quest'anno, siamo rimasti fedeli al verde Geko di base, ma abbiamo cambiato soggetto e carattere: un bellissimo trattore (come quello del Papà!) farà capolino tra i libri, oltre all'auto della Polizia... per i miei futuri poliziotti, non poteva certo mancare!
Per il piccolo, invece, ci sono le etichette per vestiti asilo, termoadesive, per identificare i suoi capi al nido... non ho resistito al tenerissimo orso bianco su sfondo azzurrino! Quando vedo orsetti non capisco più nulla!!!


3) E, per ultimo, ma non per importanza... un bel SORRISO!
Sia per le Mamme sia per i Bambini... perché basta un semplice gesto per contagiare di allegria chi ci circonda! Diamo, quindi, noi "grandi" il buon esempio!!!!
Partendo con la carica giusta e positiva si affronterà un nuovo anno in cui impareremo moltissime cose, anche noi genitori!

E il sorriso diventa ancora più grande
con uno speciale SCONTO del 10%
a chi digita MAMMAGLISTICKERS!!!!


- - - questo post è sponsorizzato - - -

lunedì 30 luglio 2018

vorrei ma non posto... #top5summer2018

Siete pronti per partire la #top5summer 2018?
Che cos'è????
Allora, lo spiego: in agosto rallenterò la programmazione dei post ma, come gli altri anni, organizzo questo gioco ancora una volta rinnovato per coinvolgere tante persone e divertirci!
Posta qui sotto nei commenti il link che rimanda al tuo blog, pagina fb o google+
(entro il 31 agosto) con questi semplici 5 step:

1) scegli la colonna sonora della tua estate: una sola traccia, quella che metteresti a palla in auto per partire in vacanza!
Può essere la tua canzone preferita, quella che ti dà un senso di libertà, quella energizzante che ascolteresti per andare a correre, quella che alzi a tutto volume quando per caso la trovi alla radio nel tragitto di ritorno da lavoro o che canti a squarciagola aspettando il semaforo verde, quella che non ti fa rimanere ferma quando la ascolti, quella che ti fa assaporare l'estate, anche senza vacanze.
Non importa che sia nuova, di tanto tempo fa, di autori conosciuti o non... a te la scelta!

2) proponi un luogo del cuore da visitare, un posto che hai già visto, che ti ispira, che ti piace e che non vedi l'ora di rivedere. Può essere un luogo di villeggiatura ma, ancor meglio, una bellezza nascosta della tua città o nelle tue vicinanze, un itinerario nella tua zona, dietro l'angolo.

3) una frase, un motto (in inglese le chiamano "quots"), un pensiero che ti senti tuo e che sussurreresti all'orecchio di una persona cara per farla sorridere della vita.

4) invita almeno un'altra persona a giocare insieme a noi! (e avvisala!) Poi se vorrai invitarne di più, io sarò ben contenta! Non c'è un limite!!!! :)
Se questa persona, per qualsiasi motivo, non accetta l'invito e non prosegue, fa nulla, non mi offendo... ognuno fa quello che può!
Se invece non sei stata nominata e vuoi partecipare comunque, fatti avanti tu!
Insomma, su questo punto sono abbastanza elastica! :D

5) condividi sul tuo blog (se ne hai uno) e sui social questa iniziativa con #top5summer
e, se ti fa piacere e ancora non lo sei, diventa mia follower!



Ecco il logo di quest'anno! Ti piace?


E qui di seguito la mia #top5summer!


1) LA CANZONE
"GIRL LIKE YOU" Maroon 5 Ft. Cardi B
Ho cambiato canzone almeno 4 volte prima di optare per questa... la scelta è stata davvero difficile... 
Poi ho sentito per le prima volta questa in radio, durante una nostra gita in montagna, e me ne sono innamorata.
E' ritmata nel modo giusto da non riuscire a rimanere ferma e non smettere poi di canticchiare quel "ye-ye-ye" che continua a girare nella testa dopo averla ascoltata!



2) UN LUOGO
Un luogo me caro è Villa Bernocchi a Premeno (VB). Situata sopra Verbania-Intra e al Lago Maggiore (con ingresso gratuito) è raggiungibile da Novara in poco più di un'ora e mezza di auto (non è proprio dietro l'angolo... ma custodisce un pezzetto del mio cuore!)


Ingresso del parco di Villa Bernocchi - foto da web
Villa Bernocchi - foto da web


Quando abbiamo deciso di sposarci io avrei voluto svolgere il banchetto di nozze proprio qui, ma,  
capite anche voi che, affittare una Villa del '900 con annesso un parco di 60.000 mq, non ho avuto nemmeno il coraggio di chiedere quanto sarebbe potuto costare... certo, sarebbe stato figo, diciamolo!
Conosco questo posto perché da sempre la mia famiglia ha una casa a Pian di Sole, poco distante, dove ho passato tutte le estati della mia infanzia e adolescenza. Villa Bernocchi è sempre stato il fulcro delle manifestazioni culturali: qui ho visto la prima mostra che ha fatto scattare il senso artistico che era in me e molte altre ne ho visitate di artisti più o meno conosciuti in zona; concerti di pianoforte, violino, flauto e pomeriggi/serate di piano bar all'aperto le ascoltavo direttamente dal balcone di casa mia, che poco dista in linea d'aria sulla montagna antistante. Oltre a rappresentazioni teatrali, mercatini, centri estivi per ragazzi e un enorme parco con piante secolari, percorso vita e giochi per i bambini dislocati in diverse aree: una grande e tante più piccole sparse qua e là... ideale per le famiglie!
Da qualche anno c'è anche esposto un vecchio vagone della linea ferroviaria Intra-Premeno.

Vagone - foto da web

Inoltre, uscendo da una porticina sulla destra del sentiero proprio dopo il vagone è possibile raggiungere a piedi la chiesa di San Salvatore situata su uno spettacolare balcone a 360° sul Lago Maggiore.

Vista da San Salvatore - foto da web

Cos'altro ha di speciale questo posto? Nulla... nel senso che non c'è davvero niente, tutto il clou della gente ruota attorno all'Edicola... per fare la spesa esiste solo un piccolo negozio di alimentari che fa anche da bar/pizzeria... per le emergenze c'è la Farmacia (molto rifornita), non c'è confusione di gente, c'è una pace e una tranquillità che solo qui è possibile trovare.
Quindi, se siete particolarmente stressati a avete mille rompiballe alle costole, venite qui, è un modo per staccare la spina e rigenerarsi, provare per credere!



3) UNA FRASE
Potrà sembrare banale ma il motto che più mi appartiene, anche se non riesco sempre a metterlo in pratica, è questo:




Cogliere l'attimo, il momento, non è sempre facile. Ma la vita è una sola e, spesso, sarebbe meglio sbattere la testa una volta in più piuttosto che avere il rimpianto di non averci nemmeno provato.
Ma Carpe Diem anche in un altro senso... godere anche delle piccole gioie che ci offre la vita, invece di essere alla ricerca di chissà che gran felicità, successo e fama. Il che non significa arrendersi, accontentarsi ma, scoprire che, proprio sotto il nostro naso, esistono cose straordinarie che con il tempo diventano invisibili, routine, scontate. La cosa difficile è saperle cogliere, valorizzarle, dare loro importanza perché, senza di esse, avremmo meno sorrisi... e un sacco di malinconia e rimorsi in più. Cogli proprio la vita, oltre che l'attimo.



4) NOMINATION
Le persone che invito a partecipare a questo gioco estivo sono:

1) Silvia di Scintille di Gioia
Lei è una che sa cogliere le piccole cose, le sfumature, e farle diventare grandi gioie!
Non sono solo perle... sono scritte con il cuore di una Mamma, quindi, per forza, scintillano!

2) Maddalena di Pensieri Rotondi
Scrittrice, non solo blogger, di se stessa e di chi la legge con la stessa passione con cui scrive, difficile non ritrovarsi tra le sue righe, tra le sue emozioni, vere.

4) Sinforosa Castoro
Appunta la vita tra immagini e osservazioni degli essere più reali e schietti del mondo: i bambini; sono sicura che troverà la chiave giusta per questo gioco!

4) Irene di Dadirri
Non potevo non rinominarla... la casa in cui vi accoglie è cambiata, ma la persona è rimasta la splendida di sempre! Irene non solo scrive, ma viaggia e fa viaggiare gli altri con un unico strumento: le parole.

5) Giulia di Mamma Avvocato
Con la passione per la montagna non sarà difficile indicare un bel luogo da visitare, sono sicura che troverà un piccolo pezzetto di Paradiso, sconosciuto a molti. 

6) Riccardo de il Bazar di Riky
Nella sua pagina blog ci sono le recensioni e le curiosità che solo un originale "bazar anni '80/'90" potrebbe avere! Dai fumetti alla cultura pop, il tutto mixato alla vita e alle emozioni dei giorni nostri. 

Sono curiosa di sapere le vostre scelte!!!!







Leggi e Ascolta le altre #top5summer!!!!!
Fino ad ora hanno partecipato a questo gioco:

(le sue risposte sono qui sotto nei commenti, ma vi suggerisco di visitare anche il suo blog molto interessante!)

Riccardo de il Bazar di Riky

Giulia di Mamma Avvocato

Betta di BettaScrap

Irene Z. di Dadirri

Fiore di Collina di Casalinga per Caso

MaryClaire di Perle & Cose

Robby Roby di Il mio mondo

Barbara di Accidentaccio

Maris di Cara Lilli

Priscilla di Datemi una "M"


Vanessa di Gattaracinefila


Carmela e Davide di Pyros & Patch

Innassia Z di Il taccuino delle voci


Miki Moz di Moz o'clock

...


(lo aggiornerò settimanalmente!)

...E Grazie a tutti coloro parteciperanno!!!!



Ti aspetto !!!!
hai tempo fino al 31 agosto
BUONA ESTATE
#top5summer

venerdì 27 luglio 2018

idea riciclosa: il biscotto gelato

Ammetto che questa ricetta non è mia, ma non ricordo in che blog l'ho letta e l'autore di tale delizia:
mia colpa, mia colpa, mia grandissima colpa.
Sta di fatto che, per golosi di gelato come me e il Tatino, questa soluzione è ottima, veloce, economica e sfiziosa.


La porzione è a prova di bimbo, piccola ma perfetta per soddisfare quella voglia di "qualcosa di dolce" oppure per accogliere degli amici a sorpresa.



Lo strato di panna è di circa un dito, diciamo che un normale brick di panna da montare basta per fare un bel vassoio grande (circa il doppio di quello nella foto).
All'occorenza si tagliano i quadrotti e la parte restante si conserva in freezer come un gelato.
Sempre se, dopo il primo biscotto, non ne viene voglia si magiarne un'altro...




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...