mercoledì 11 luglio 2018

come nasce un progetto: tovaglietta di carta 3 bis

Il tempo che precede le tradizionali vacanze mi coinvolge sempre nelle mille idee delle Sorelle della Carità che, dovendo aprire le Baite di Solivo per la stagione estiva, necessitano di stampe oltre che di grafiche nuove.

Ecco allora le ultime tovagliette in carta per il giropizza (ottimo, da provare!!!!)


La prima versione con una gustosissima pizza in primo piano
e le promozioni del "Giro Pizza" e del "Promo Pizza".



La seconda versione, dedicata ai bambini e non solo, con un pizza a fumetto 
che presenta le offerte e le promozioni della Pizzeria Solivo.

Che ne dite, fanno venir voglia di pizza o no?



 Per maggiori informazioni:
RIFUGIO ALPINO
BAITA “La Madre della Speranza”
Solivo di Palancato - 13022 - Boccioleto (VC) - Valsesia
Tel. 345.4533675 

Per prenotazioni: 
Solivo Express 346 7876618
E-mail: alpesolivo@gmail.com
www.sorelledellacarita.it

 


lunedì 9 luglio 2018

(parentesi di me): gita al Forte di Bard - parte 1 -

Del Forte di Bard ne ho letto la prima volta sul blog di Giulia MammaAvvocato, i castelli e i borghi medioevali mi hanno sempre affascinato per cui, qualche domenica fa abbiamo deciso di metterci in marcia per poterlo visitare, approfittando del fatto che fosse una rara occasione di svagarsi e di conoscere dal vivo una blogger con cui "chatto" spesso: Giulia.

Il dubbio se partire o meno dipendeva molto dal meteo che, in modo particolare quando decidiamo di muoverci noi, punta sempre al peggio: acqua a catinelle.
Così, un quasi sicuro "no, lasciamo stare", dopo la mia faccia dispiaciuta il mio Maritino l'ha fatto diventare un "Ma si, dai, proviamo!".
Così, con pochissimo preavviso, ma soprattutto, dopo aver già "paccato" una volta, contatto Giulia per trovarci nel pomeriggio insieme alla sua Famiglia per visitare insieme il famoso "Forte di Bard".

Metto insieme le cose necessarie per la gita e finalmente verso le 10,00 siamo in auto, con l'eccitazione del Tatino che non vede l'ora di visitare un posto nuovo ma, ancora di più, di poter vedere i giochi del suo coetaneo... :)

Imbocchiamo l'autostrada a Novara e, nel giro di un'ora circa, usciamo direttamente a Bard spendendo poco più di 10,00 Euro.
Sarà che usciamo raramente... ma già vedere nuovi paesaggi dal finestrino ci fa rimanere a bocca a aperta... inoltre scopro che Ivrea, il lago di Viverone e il Castello di Masino sono delle mete più vicine di quanto immaginassi (Io Geografia zero), quindi possibili gitarelle future...
Parcheggiamo la macchina in uno dei tanti parcheggi gratuiti (segnalati anche sul sito del Forte) adiacenti a pochi minuti a piedi dalla fortezza ed esploriamo, passeggiando lungo i camminamenti che costeggiano il fiume, il territorio di Hone, ai piedi del Forte.



Fin da subito la differenza tra i nostri luoghi e quelli turistici si nota dall'ordine degli spazi pubblici, è tutto pulito, ben tenuto, curato. Il borgo non è dispersivo pur non essendo piccolo, è accogliente... è uno di quei posti dove, non so bene perché, ti senti come a casa...


Girovagando per le stradine, andiamo alla ricerca di un posto dove mangiare per pranzo e, quasi subito, troviamo il Ristorante Pizzeria Il Mulino, entriamo e prenotiamo... ma sono solo le 11,30 e ci dicono che il servizio inizia da mezzogiorno. Così usciamo e... paese che vai, pacchetto che trovi!
Il meteo non è un gran che, è nuvoloso, ma non piove, il tempo tiene... giusto un momento di asciugare un paio di altalene, farci un giretto e arrivano le 12,00.
Al Ristorante ci accolgono con un sorriso e un seggiolone per il piccolo (Bravi, così mi piace!).
Ordiniamo delle pizze, ma propongono anche un menu turistico con piatti tipici, (la baby pizza per il Tatino è un successo... per la prima volta la divora tutta), per il Piccolo ordiniamo una pasta ma, nell'attesa, fa fuori quasi per intero il cestino del pane... Tutto ottimo e senza troppi fronzoli, come siamo noi!
Mentre pranziamo vengono giù due scrosci d'acqua ma, per fortuna, alla fine del pranzo, smette.
Terminato di mangiare Tatino si è intrattenuto con un nuovo amichetto ad un calcetto posto nella zona bar, dove hanno giocato mentre io mangiavo il dolce: una specialità del pizzaiolo... palline di pasta della pizza fritte con sopra marmellata, cioccolato fuso e zucchero a velo. Buone eh, ma la prossima volta anche un po' meno... visto che me ne ha fatte un piatto gigante! :D

Ci siamo così incamminati verso il Forte, cercando quale fosse l'entrata per prendere il primo ascensore (ce ne sono infatti 4, gratuiti) che permettono di raggiungere in quattro tappe tutte le "sezioni" del Forte. In alternativa, un percorso a piedi, lungo le vie del borgo, consentendo ai visitatori di godere sia della vista paesaggistica sia di una salutare passeggiata.


Solo le 14,30 e decido di sentire Giulia telefonicamente per concordare dove trovarci, per riconoscerci... visto che, a parte qualche foto, non ci siamo mai viste di persona.
Confesso che, un pochino, sono emozionata... intanto fa un altro paio di scrosci potenti...
e noi, genitori degeneri, non abbiamo manco un ombrello... ce lo siamo dimenticato... in compenso ho impermeabili per i bambini, almeno loro...


Per sapere come è andata finire, non perdetevi la prossima puntata!!!!




mercoledì 4 luglio 2018

Come nasce un progetto: la tovaglietta di carta 3

Nelle scorse settimane ho mostrato le nuove iniziative di Solivo: la Cena della Luna e La Cena Etnica Indiana ma, oltre ad essere stata loro ospite diverse volte, ho la fortuna di collaborare con le Sorelle della Carità che mi permettono di esprimere la mia creatività con tante grafiche e materiali personalizzati, uno tra questi è la tovaglietta di carta sul quale si pranza e si cena...



Tovaglietta e tovagliolo in carta coordinato
sono personalizzati con le foto delle baite di Solivo, le vedute, i particolari
e la bellezza della Natura Valsesiana.




Tovaglietta e tovagliolo in carta coordinato per la "Cena della Luna"
sono personalizzati con frasi di personaggi che hanno celebrato la Luna...
da Shakespeare a Vasco...
Oltre a tutte le info utili per contattare lo Staff di Solivo.

Vi piacciono?





lunedì 2 luglio 2018

addio pannolino 2

Ebbene sì, dopo solo 2 anni (manca ancora un anno alla Materna) quest'estate tenteremo di togliere il secondo pannolino: quello per Tatino junior.
La decisione è nata dal fatto che siamo stati per mesi in balia del il signor "Escherichia Coli", un batterio responsabile di infezioni alle vie urinarie (per fortuna diagnosticate a livello esterno), così, uno dei modi più veloci per sbarazzarci definitivamente di lui, è quello di eliminare il contatto pipì-pannolino-pistolino ed anticipare lo spannolinamento.

Diamo quindi il benvenuto ai nostri due nuovi amici: Vasino e Mutandina!!!!!

Con questo post non sto ad insegnare nulla di nuovo, voglio solo dare un sostegno a tutte mamme scorfortate (non siete da sole!) e testimoniare che tutti alla fine ce la fanno!

foto www.sanihelp.it

Cosa ho imparato dalla prima esperienza?

OSSERVARE. Molto spesso il corpo parla ancor prima della bocca. Molti bimbi, infatti, quando "stanno per produrre" o "stanno producendo" arrossiscono in viso, oppure solo sull'arco delle sopraciglia, oppure hanno gli occhi lucidi, si mettono in posizioni particolari, in posti particolari, si toccano nel cavallo dei pantaloni, arrestano ogni attività-gioco che stanno svolgendo ecc.
Osservate il vostro bimbo! Imparerete a leggere tra le righe!!!!
ASPETTARE, COGLIERE I SEGNI ed ASSECONDARE Alcuni bimbi danno dei segnali, quando non vogliono più il pannolino se lo strappano via: proviamo ad assecondare il loro desiderio! Alcuni non ne vogliono proprio sapere di vasino... aspettiamo e ritentiamo, saremo più fortunati! Ognuno ha i suoi tempi!
ESSERE DECISE. E' ora di togliere il pannolino! Per prima cosa dobbiamo essere noi mamme decise, pronte e preparate. Solo così trasmetteremo al bambino sicurezza e si fiderà di noi.
PAZIENTARE. Non è un passaggio così facile ed immediato (sia per la mamma, sia per il bimbo/a), portate pazienza, tanta, tanta pazienza!
E soprattutto... non demoralizzatevi. Tutte le mamme l'hanno passato e tutti i bambini hanno imparato come fare la pipì!!!
ORGANIZZARE. Preparate diversi kit di cambio+salviette a portata di mano, oltre che a tre/due/un cambio in borsa se uscite: mamma, bimbo e vasino sempre e ovunque!
Quale vasino è meglio? Quello che volete... io suggerisco un modello poco ingombrante, per poter portare lo stesso anche in giro!
E in casa: mocio&straccio sempre pronti all'arrembaggio!!!!

E allora partiamo per questa grande avventura, vi aggiornerò come e quanti millenni quanto ci abbiamo messo per capire come funziona.



Intanto, se avete suggerimenti, io sono tutta orecchi!



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...