lunedì 30 novembre 2015

Auguri piccolo mio!

 
Sono passati quattro anni di te, così velocemente che non mi sembra vero.
In questo ultimo anno sei cresciuto tantissimo, non tanto di statura quanto in testa e cuore. Fai i tuoi discorsetti, racconti cosa succede attorno a te, assorbi nozioni, parole, modi di fare, atteggiamenti ed espressioni che, pian piano, diventano tuoi.
Mi aiuti ad apparecchiare la tovaglia, picchiettandomi con la tua manina per avere un altro oggetto da riporre sul tavolo. Partecipi alla vita quotidiana captando tutto.
Protesti se non hai voglia di fare una cosa ma, subito dopo, molli il colpo con un "E va bene...".
Sei sempre pieno di energia, fin dalle prime ore del mattino, ma crolli nel piatto la sera a cena.
Sai come prendere il lato giusto di tutti i parenti che ti circondano...
sei furbo, quasi-quasi li conosci meglio tu!
Inizi a scrivere le prime lettere del tuo nome, facendo la E come se fosse un pettine con tanti denti... conti qualsiasi cosa tu abbia a tiro: i biscotti al mattino, le auto posteggiate nel parcheggio vicino casa, i gradini delle scale, i pennarelli. Non ti stanchi mai di contare con le tue ditina che crescono, che indicano 4, gli anni che compi.
Sei il mio orgoglio quando coniughi i verbi in modo corretto: futuro, condizionale e congiuntivo.
Per te il passato è tutto ieri e il futuro è domani domani domani.
Vivi ogni istante assaporandolo fino in fondo, con il sorriso che ti caratterizza.
Ti piace stare in mezzo ad altri bambini, li cerchi, li coinvolgi nei tuoi giochi.
Quando sei a casa malato diventi il coccolo della mamma, non riesci a starmi lontano neppure pochi metri, mi vuoi accanto a te.
Anche la notte, o meglio, già verso la mattina, ti accucci dietro la mia schiena, allungando la manina per controllare che io ci sia.
Io e te siamo una squadra, complici, compagni di giochi e di pasticci, di giretti in bici e passeggiate, di sguardi che dicono tutto, di parole, libri, canzoni e balli condivisi.
Ma anche di sgridate, di capriccetti, piagnucolii vari... anche se, alla fine, anche io so come prenderti, accontentarti qualche volta ma facendoti capire anche che non si può avere tutto, che ci sono altre cose, altrettanto belle, ma più semplici, che ti possono fare contento: come un abbraccio, asciugare l'insalata facendo girare la manopola che ti piace tanto (perchè tu hai i "muccoli"), accendere e ascoltare la radio, stampare un disegno, aiutarmi a cucinare, saltare sul lettone, curiosare tra filo e bottoni della mamma, indossare gli stivaletti per andare nell'orto o nelle pozzanghere per strada, guidare per finta la mia auto (in garage), suonare il campanello di casa, sentire il pendolo della nonna o il campanile in piazza.
Finchè tu vorrai, finchè ne avrai bisogno, io ci sono e ci sarò sempre per te.
Buon compleanno Tatino mio, ti voglio bene!
La tua mamma.

6 commenti:

  1. Auguri anche dal Papa'!!!
    Che parole dolcissime!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Papino... preparati al secondo round! Eli

      Elimina
  2. Tantissimi auguri al tuo piccolino che cresce!!
    Nelle tue parole, vedo un po' anche il mio quattrenne e, soprattutto, le mie emozioni di mamma!!
    Sei dolcissima!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giulia! Le emozioni di noi mamme nascono dalle piccole cose quotidiane che sappiamo cogliere insieme ai nostri cuccioli... Un abbraccio, Eli

      Elimina
  3. In ritardo, ma BUON COMPLEANNO al tuo Piccolino, Elisabetta :)) Dolcissimo post!... Sarà perchè sono mamma anche io, ma non riesco a non commuovermi...

    A presto,

    Regina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cuore di Mamma!!! Io già avevo le lacrime in tasca prima... ma, ora che sono mamma, mi commuovo come una fontana x nulla!!!
      Grazie di cuore per gli auguri!!!!
      Un abbraccio Eli

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...